Riflettiamo i limiti della nostra conoscenza

Il fascino che il mistero esercita sulla mente umana è stato il motivo dell’estensione della nostra conoscenza del mondo che ci circonda e dello sviluppo della scienza moderna. Il nostro incessante desiderio di risolvere i misteri dello spazio ci ha spinto verso l’esplorazione del nostro sistema solare, delle stelle e dei pianeti e poi degli altri universi. Nel corso degli ultimi anni abbiamo pressochè esaurito la nostra esplorazione geografica del mondo. Abbiamo cartografato o fotografato la maggior parte della superficie della terra e, a partire dagli anni quaranta, siamo stati in gradi di registrare la posizione approssimativa delle montagne, dei golfi, delle pianure e degli abissi del fondo marino. Cacciatori e zoologi hanno alternativamente sterminato o catalogato la maggior parte della vita animale terrestre, anche se le profondità del mare possono avere in serbo per noi ancora qualche sorpresa. L’uomo moderno e quello antico sono stati studiati e classificati in modo esauriente, perfino popolazioni remote e non civilizzate sono diventate familiari a chiunque per mezzo della televisione, internet, che soltanto tre secoli fa’ sarebbe stata considerata una sconvolgente manifestazione di magia. In un mondo di computer, robot, missili, viaggi spaziali, ingegneri di genetica e i primi passi (grandi passi) verso la creazione artificiale della vita, ci si chiede se rimangono ancora molti misteri da chiarire, oppure se, considerando i pericoli dell’era atomica e lo sviliuppo della guerra su basi scientifiche, ci rimarrà tempo per scoprire nuovi segreti dell’universo prima che l’umanità venga distrutta. Il potere della mente umana, innanzi tutto, sì staì dimostrando molto più grande di quanto si pensasse in passato. Alcune manifestazioni del cervello, che oggi vengono studiate in modo estensivo, comprendono la telepatia, il teletrasporto della materia, la telecinesi e la capacità di vedere quello che sta accadendo in luoghi lontani e in altre epoche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
= 3 + 7