Sostenibile trova commercianti sostenibili

Sostenibile è un progetto volto alla promozione della sostenibilità in tutte le sue forme e su tutto il territorio italiano. Grazie a questo portale e attraverso le app per Android e Iphone, Sostenibile da voce a tutti coloro che credono nei valori della responsabilità sociale, dell’ambiente, della salute, della sicurezza e della cultura. Sostenibile supporta le comunità di cittadini, commercianti e fruitori di servizi creando un circolo virtuoso in cui ognuno interagisce attivamente ai fini della sostenibilità, in quanto convinti che l’agire sostenibile provochi un impatto positivo sul territorio e sulla qualità di vita di tutti gli attori coinvolti. I commercianti trovano quindi spazio sul portale per promuovere le loro azioni e i loro comportamenti sostenibili, guadagnando visibilità e promozione, contemporaneamente i cittadini possono esprimersi sulle attività commerciali, manifestare le proprie opinioni, guadagnare sconti, trovare eventi ed informazioni di loro interesse. Sostenibile è un progetto sperimentale che ha come obiettivo la valorizzazione della sostenibilità, un servizio innovativo per migliorare la vita quotidiana del territorio in cambio di sconti e agevolazioni. Il servizio che è completamente gratuito, è attivo nella zona di Torino, Bologna, Milano e Roma e presto sarà attivato in altre città.

Econote storie da un mondo green a 360°

Econote è un portale di informazione sull’ecologia e la sostenibilità che mette ogni giorno il suo bagaglio di conoscenze ed esperti a disposizione dei lettori con articoli, inchieste, speciali e consigli. Un magazine indipendente che si occupa di ecologia e sostenibilità da più punti di vista: architettura, attualità, mamme e papà, viaggi, marketing, animali, libri, risparmio, decrescita, racconti e arte. Econote aiuta ad elaborare un percorso per la riduzione dell’impatto ambientale nelle scelte e nei comportamenti delle persone, orientando al consumo consapevole e dando valore all’ambiente con esempi concreti e attuabili. Alcuni dei contributi sono corredati da foto scattate ad hoc e interviste agli esperti sull’argomento: questo per arricchire e approfondire i contenuti proposti e per valorizzare i prodotti consigliati. Gli articoli sono tutti firmati e riferiti ad autori esperti in materia, per dare un riferimento trasparente e inquadrare chi scrive nel mondo dell’interesse verso il green a 360°.

Biologia Marina vita nelle acque e oceani

Biologia Marina è un sito di biologia ed ecologia marina che nasce con l’intento di divulgare aspetti e conoscenze utili per la salvaguardia del Pianeta Blu, affinché possa essere di nuovo messo in atto quell’antico pensiero di libertà. La divulgazione come strumento primario per conoscere ed apprezzare l’ambiente marino, è il mezzo per perseguire l’obiettivo, con la convinzione che si possa rafforzare il senso di responsabilità. Mare Liberum è il titolo di uno scritto del giurista Ugo Grozio (1583-1645), bambino prodigio che si laureò a soli 15 anni. Secondo Grozio, il mare era la più efficace materializzazione dell’idea di libertà. Oggi il concetto e l’idea di libertà è mutata, il mare è per molti la fonte unica di ricchezze da sfruttare e rappresenta il ricettacolo ultimo dei prodotti dell’era moderna. Il binomio mare uguale vita sembra svanito e poco sembra muoversi nelle coscienze collettive. Chiunque può collaborare alla realizzazione del sito, sia con articoli originali che con materiale fotografico. Se avete idee, articoli, suggerimenti e proposte, non esitate a contattare lo staff di Biologia Marina. I temi affrontati dal sito sono quelli inerenti la biologia marina, la vita nel mare e nelle acque interne, la limnologia, l’ecologia pura e l’ecologia applicata agli ambienti acquatici, la pesca e le problematiche ad essa correlate, l’oceanografia, la subacquea e la storia della subacquea, la giurisprudenza e la disciplina normativa legata la mondo della pesca, l’etnologia e l’antropologia delle popolazioni legate al mare e alle acque interne.

Bioradar social network dedicato al green

Bioradar è il primo e unico social network e marketplace green nato per mettere in contatto aziende ecologicamente virtuose e consumatori responsabili e attenti. Ogni giorno migliaia di persone in tutta Italia si collegano a Bioradar per scoprire quali realtà “eco” si trovano sul proprio territorio e per rimanere aggiornati sulle loro novità riguardo servizi, prodotti, eventi ed iniziative in programma. Si iscrivono a Bioradar utenti e aziende interessati ai temi green-eco-bio, ma anche a quelli dell’arte e della cultura, della salute e benessere, del fai-da-te e del sociale. Come in un vero e proprio social network, su Bioradar ogni utente ha la possibilità di registrare autonomamente e gratuitamente un profilo personale e quindi di creare una o più pagine dedicate alla proprie attività green o agli eventi che organizza o a cui partecipa. Una volta iscritto al network, ogni utente loggato al sito può rimanere in contatto con altri utenti e con le attività presenti sul sito, seguendone gli aggiornamenti quotidiani su novità, eventi, iniziative, offerte e promozioni pubblicati sulle bacheche delle stesse. L’affidabilità e la qualità delle attività registrate su Bioradar viene garantita dalle attività stesse che, al momento dell’iscrizione, sono invitate ad autocertificare il proprio lavoro. Bioradar si propone perciò come una sorta di “Pagine Verdi” su cui trovare facilmente aziende e associazioni i cui prodotti, servizi, strutture, attività ed eventi rispettano almeno uno dei seguenti parametri:

  • Eco sostenibile
  • Biologico
  • Biodegradabile, compostabile, riciclabile
  • Artigianale o fatto a mano
  • Equo solidale
  • Impatto zero
  • Sfuso o alla spina
  • Km zero
  • Marchio DOP/DOC/IGT
  • Recupero storico e ambientale
  • Vegetariano/vegano

Nella piazza virtuale di Bioradar esiste inoltre una sezione dedicata all’informazione. Notizie di ecologia e attualità, curiosità dal mondo, iniziative e approfondimenti vengono raccontati nel settore news; nell’area arte & riciclo una raccolta di video e reportage fotografici, di racconti sull’arte e sul design green, di articoli sul riciclo creativo e d’autore.

Qcumber social network controllo smog

Qcumber è un social network per controllare lo smog, una specie di geo social forum in cui partecipano i soggetti interessati al territorio in cui vivono. Lo spazio si popola di soggetti che, entrando in Qcumber, possono conoscere, e contribuire a conoscere, lo stato territoriale e ambientale, partecipando attivamente alle dinamiche democratiche di pianificazione e di sviluppo della progettualità locale. Qcumber diventa lo spazio di confronto, di cooperazione e di dialogo, rispetto ai temi della Sostenibilità nelle politiche e nelle pratiche di trasformazione e gestione del territorio. La mission di Qcumber è la promozione della sostenibilità attraverso la conoscenza, la condivisione e la collaborazione. La sostenibilità è il processo di ricerca di un nuovo equilibrio nell’ecosistema delle relazioni sociali, in grado di conciliare necessità individuali e collettive attraverso la condivisione dei problemi e delle opportunità, in cui le tecnologie della rete possono esprimere potenzialità enormi. Qcumber ha l’obiettivo di rendere visibili gli impatti e i rischi ambientali affinché la consapevolezza sugli effetti delle azioni possa consentire ai cittadini, alle istituzioni e ai tecnici di orientare i propri comportamenti verso la ricerca di una nuova alleanza nei territori. La profonda interazione tra componenti antropiche e naturali richiede strategie nuove di pianificazione che consentano la condivisione effettiva degli obiettivi e delle scelte, in modo da prevenire situazioni di criticità e conflitto attraverso la ricerca di soluzioni condivise e ricercate nel massimo livello di trasparenza e comunicazione possibile. Qcumber è uno strumento collettivo in cui chiunque può contribuire alla costruzione della sostenibilità ambientale e sociale, condividendo le proprie esperienze, segnalando criticità e potenzialità che entreranno a far parte del patrimonio di conoscenze ed esperienze collettive su cui progettare il futuro.

ViaggiVerdi motore di ricerca sostenibile

ViaggiVerdi è una community dedicata al turismo responsabile in Italia. In ViaggiVerdi puoi trovare ogni tipo di alloggio amico dell’ambiente in Italia dalla casa sull’albero oppure un hotel sostenibile, dall’albergo diffuso negli antichi borghi italiani all’igloo tra i ghiacci, dall’agriturismo biologico immerso nella natura al rifugio di montagna a zero emissioni. ViaggiVerdi è un’avventura intrapresa per cambiare il modo di viaggiare, per far emergere, mettendole in rete, le possibilità di turismo responsabile, rispettoso dell’ambiente, dell’economia e delle comunità locali. ViaggiVerdi promuove il turismo responsabile e a ridotto impatto ambientale, i soggiorni in strutture ricettive ecosostenibili, il cibo biologico, gli itinerari rispettosi dell’ambiente, gli spostamenti non inquinanti, la riscoperta di luoghi vicini ed autentici. ViaggiVerdi è 0% emissioni di CO2 e 100% energia pulita. I servers di ViaggiVerdi sono alimentati al 100% da fonti di energia rinnovabile prodotta in loco (Hetzner online). Una scelta sostenibile e a km zero.

Iplantatree pianta alberi online

Iplantatree è un’iniziativa ecologica tedesca che ha già realizzato opere di riforestazione in diverse aree. Iplantatree si pone come obiettivo quello di avviare un’iniziativa globale per rallentare il cambiamento climatico e misurarne il successo a livello individuale e collettivo. L’intero movimento dovrebbe essere tanto semplice e non burocratico quanto possibile. Obiettivo principale: piantare alberi nel mondo. Bassi costi fissi, nessuna noiosa procedura burocratica, semplice e diretto. Attivati sulla protezione dell’ambiente e del clima. Supporta progetti di riforestazione. In questo modo aiuti a ridurre i cambiamenti al clima. Con Iplantatree puoi documentare le tue piantagioni su Google Map, in una classifica e un contatore personale di CO2. Iplantatree è un’organizzazione non governativa con uno scopo ben preciso: protezione e proliferazione globale delle foreste. E’ il sogno dell’ecologia e significa eliminare l’anidride carbonica che si produce. Come? Piantando alberi nel mondo.

Contiamoci buone pratiche che contano

Contiamoci è il social network delle buone pratiche e delle azioni quotidiane che fanno bene all’ambiente. Contiamoci è una comunità che collauda su larga scala quei comportamenti che domani saranno normali, inoltre scambia le green action, cioè le buone abitudini pratiche per ridurre i danni che provochiamo all’ambiente. Registrati con la tua e-mail. Scopri centinaia di buone abitudini. Collaudane qualcuna e clicca su contami. Se vuoi, proponi un’idea nuova e la community la collauderà con te. Trovate buone idee che diventino buone pratiche, inventatele, guardate come le applicano gli altri, provatele, perfezionatele ed insegnatele. Contarsi per contare uguale massa critica.

DoveSiButta trova cassonetto in un click

DoveSiButta è un servizio web per trovare il cestino giusto piu’ vicino a voi. Un progetto crowdsourcing open data per fornire un servizio gratuito, i cui dati sono inseriti grazie alla collaborazione degli utenti. Non vi siete mai chiesti, per esempio trovandovi in vacanza, dov’era il cassonetto piu’ vicino a voi per gettare un determinato tipo di spazzatura? Non siete stati mai vittime della pigrizia, gettando la spazzatura in modo indifferenziato? Non vi è mai capitato di dover percorrere l’intera città per gettare particolari tipi di rifiuti, per poi scoprire che c’era un cassonetto poco distante? La risposta è DoveSiButta. Il funzionamento è estremamente semplice. Trova un cestino inserendo il tuo indirizzo, oppure segnalane uno tramite questo sito. Siate collaborativi. Tutti i dati pubblicati su questo sito sono liberamente e gratuitamente disponibili ed accessibili. Siete un Comune, una Provincia, un Ente? Che ne dite di fornire, se già esiste, un elenco di tutti i punti di raccolta? Aiutereste a velocizzare la raccolta dei dati e migliorare DoveSiButta.

Tribewanted stile di vita eco-sostenibile

Tribewanted è un social business che sviluppa comunità sostenibili per eco-turismo. Fondata dall’inglese Ben Keene nel 2006, che e’ poi diventato socio dell’italiano Filippo Bozotti, la società Tribewanted Limited ha creato finora tre comunità: una nelle Fiji (nell’isola di Vorovoro), una sulla John Obey Beach in Sierra Leone, e una a Monestevole (vicino a Perugia) in Italia. Le comunità fisiche sono unite da una community online mondiale, che punta ad arrivare a 10.000 membri (i cosiddetti tribe members). Per ogni nuovi mille tribe members che verseranno 10 sterline (13 euro) al mese per un anno, Tribewanted aprirà una nuova comunità fino a un massimo di dieci. Il luogo in cui aprire le nuove comunità sarà deciso con una votazione tra tutti i tribe members della community online. Tribewanted non è una semplice realtà economica votata alla diffusione dell’eco-turismo. È un’iniziativa che nasce da una visione sostenibile del mondo e del nostro futuro, e vuole dimostrare con progetti concreti ed economicamente razionali che uno stile di vita diverso è non solo possibile, ma auspicabile e necessario. Tribewanted si pone come obiettivo quello di costruire una rete di 10 nuove comunità modello, che educhino e dimostrino concretamente che la sostenibilità può essere realizzata realmente. Per raggiungere questo obiettivo servono 10.000 nuovi tribe members che diventino soci di una cooperativa che permetta il finanziamento diffuso delle 10 nuove comunità.