Archivio degli Iblei patrimonio storico sud est Sicilia

Archivio degli Iblei è un progetto che nasce con l’intento di valorizzare il patrimonio storico, paesaggistico, documentario e iconografico degli Iblei, il territorio a sud est della Sicilia tra il Ragusano e il Siracusano. Archivio degli Iblei vuole essere un punto di riferimento per chi opera nel territorio, un’occasione di visibilità oltre i confini regionali e nazionali, un originale esempio di positiva collaborazione fra enti e soggetti diversi. Alla base del progetto vi è la convinzione che la risorsa cultura sia un bene prezioso per la comprensione del presente e per la progettazione del futuro, anche a partire dalla consapevolezza del proprio passato. Archivi pubblici e privati, collezionisti e famiglie, scuole, studenti e studiosi, giovani e anziani, donne e uomini interessati alla conoscenza e alla riflessione sul passato sono invitati a contribuire. Questo sito è sviluppato con il kit open source Museo&Web promosso dal MIBACT (Ministero per i Beni, le Attività Culturali e il Turismo) all’interno del progetto Minerva Europe.

Essediquadro documentazione software didattico

Essediquadro è un servizio di documentazione sul software didattico (e altre risorse digitali per l’apprendimento) dell’ITD, CNR, in collaborazione con MIUR e INDIRE. Il servizio consente di accedere ad una completa documentazione sulle caratteristiche didattiche e tecniche di oltre 4000 prodotti software utilizzabili nella didattica, ma e’ anche uno strumento tramite il quale i docenti possono informarsi ed aggiornarsi su come il software puo’ essere efficacemente utilizzato nella scuola. Il sistema offre infatti anche una serie di analisi relative al software disponibile in vari settori disciplinari, proposte di percorsi didattici che contemplano l’uso di software, una documentazione delle esperienze didattiche piu’ significative e un servizio di consulenza a distanza. Il software documentato e’ commerciale, libero e open source ed in questo caso i prodotti stessi sono direttamente scaricabili dal sito. Il rinnovo per alcuni anni della convenzione ha consentito di mantenere aggiornata la documentazione (banca dati e approfondimenti). Recentemente una nuova convenzione con INDIRE ha reso possibile il completo restyling del sito e dei suoi contenuti. La missione di Essediquadro è documentare e orientare sul software didattico e altre risorse digitali per l’apprendimento.

Giornale di pedagogia critica ricerca educativa

Giornale di pedagogia critica è una rivista che intende muoversi nell’ambito della ricerca educativa con i seguenti obiettivi:

  • Indagare periodi storico-educativi poco frequentati dalle ricerche attuali, ed abbracciare dunque il mondo antico e quello medioevale e moderno.
  • Ripensare il fenomeno dell’educazione e dell’istru­zione alla luce di una riflessione critica filosofico-politica che possa offrire convincenti ragioni di comprensione delle dinamiche attuali.
  • Ritematizzare il lato scientifico-epistemologico del discorso pedagogico, spesso connotato da disinvolta parenesi o da descrizione fattuale non priva di immediatezze ideologiche.

Tale analisi si rende utile (o necessaria) perché le nuove sfide storico-economiche e sociali interrogano in modo significativo anche il mondo dell’educazione. Impossibile infatti, per chi opera nel campo della formazione, rimanere indifferente di fronte ai veloci mutamenti che intervengono nella strutturazione dei saperi. Si rende perciò necessario guardare a queste trasformazioni con partecipazione critica e con distacco non distratto: distacco sempre utile per evitare fenomeni di piatta acquiescenza o di acritica assunzione di paradigmi. Giornale di pedagogia critica utilizza Open Journal Systems 2.4.4.1, che è un software open source per la gestione e pubblicazioni di riviste elettroniche. OJS è sviluppato, supportato, e distribuito liberamente da Public Knowledge Project sotto GNU GPL. La traduzione dell’interfaccia italiana è curata e mantenuta aggiornata dal CILEA.

CoderDojo Italia programmazione informatica gratuita

CoderDojo Italia è la community dei CoderDojo attivi in Italia. I CoderDojo sono club gratuiti il cui obiettivo è l’insegnamento della programmazione informatica ai più piccoli. CoderDojo è un movimento aperto, libero e totalmente gratuito organizzato in centinaia di club indipendenti sparsi in tutto il mondo. I Dojo attivi condividono tra loro consigli, materiali, esperienze e cercano di mantenere degli incontri a cadenza periodica. Il movimento si coordina tramite una mailing list, un account twitter e un indirizzo mail. CoderDojo Italia è un punto d’incontro di mentor, genitori e piccoli supereroi che in tante città giocano a programmare un futuro migliore. CoderDojo è inteso come un movimento open source, guidato da volontari, orientato alla creazione e gestione di club di programmazione gratuiti e senza scopo di lucro. I Dojo sono club di programmazione senza scopo di lucro creati per supportare le comunità e diffondere la filosofia di CoderDojo. Tutti i Dojo sono gruppi di comunità, indipendenti e autonomi, creati per ispirare i giovani a imparare la programmazione. Ogni Dojo è condotto secondo il proprio stile, ma tutti condividono la stessa etica. In Italia sono attivi dal 2012 oltre 40 dojo diffusi su tutto il territorio nazionale ed ogni giorno nuovi gruppi di volontari si approcciano al movimento per aprire una nuova sede in cui ospitare incontri periodici per i bambini del proprio territorio. Migliaia di bambini hanno già partecipato agli incontri italiani del movimento, imparando ad utilizzare linguaggi di programmazione come HTML, Javascript e CSS, creare piccoli videogiochi con Scratch e programmare hardware con Arduino.

GEOtag segnala e valorizza il tuo paesaggio

GEOtag è un progetto di LAB.net plus, questo strumento ha lo scopo di raccogliere le segnalazioni inerenti i paesaggi di pregio (descritti attraverso i suoi valori), le buone pratiche (le azioni mirate a conservare o ricreare la qualità dei paesaggi), i paesaggi degradati e le cattive pratiche (le azioni che hanno determinato una diminuzione o la perdita della qualità dei paesaggi) nell’ambito dei territori partner del progetto LAB.net plus, attraverso un software WebGis totalmente open source. Gli strumenti necessari ad effettuare e consultare le segnalazioni, sono gestiti da un’interfaccia grafica intuitiva e familiare come quella di Google Maps, integrata da veri e propri strumenti GIS necessari alla localizzazione degli elementi individuati. Alla individuazione geometrica dell’oggetto di segnalazione sarà possibile associare una serie di informazioni come il toponimo, la tipologia di elemento segnalato, la sua descrizione, immagini, foto e filmati. La pubblicazione della segnalazione avverrà solo dopo la validazione da parte dell’amministratore. Una volta validata o rifiutata, una mail verrà inviata all’utente che l’ha realizzata con l’esito della validazione; in caso positivo la segnalazione e la relativa scheda sarà pubblicata sulla cartografia ufficiale e la segnalazione non potrà essere più modificata o eliminata dall’utente.

Open Education Europa risorse didattiche

Open Education Europa è un portale nell’ambito dell’iniziativa Opening Up Education per fornire un unico accesso per le risorse didattiche aperte (OER) europee. L’obiettivo principale del portale Open Education Europa è quello di stabilire un collegamento tra tutte le raccolte di risorse didattiche aperte esistenti in Europa, in diverse lingue, per offrirli a studenti, insegnanti e ricercatori. Open Education Europa è una piattaforma dinamica costruita con le più recenti tecnologie open source, che offre strumenti per comunicare, condividere e discutere. Il portale è strutturato in tre sezioni principali:

  • La sezione di ricerca presenta i MOOC, i corsi e le risorse didattiche aperte dei principali enti europei. In questa sezione, ogni istituzione è menzionata a fianco dei MOOCs, i corsi e le risorse didattiche aperte che offre.
  • La sezione di condivisione è lo spazio in cui gli utenti del portale (studiosi, educatori, politici, studenti e altre persone interessate) si riuniscono per condividere e discutere questioni didattiche scrivendo blog, condividendo eventi e prendendo parte a discussioni tematiche.
  • La sezione di approfondimento ospita gli eLearning Papers, la rivista sull’istruzione aperta e le nuove tecnologie più visitata a livello mondiale. Inoltre, offre un elenco esaustivo dei progetti finanziati dall’UE e mette in evidenza le ultime notizie sulla didattica aperta e gli articoli accademici più recenti e rilevanti.

Registrandovi potete esplorare le numerose opzioni offerte dalla piattaforma e suggerire eventuali miglioramenti. Open Education Europa è l’accesso a un apprendimento innovativo europeo.

PloneGov PA condivisione software libero

PloneGov Italia è una comunità collaborativa degli enti pubblici italiani utilizzatori del CMS Plone. Le parole d’ordine sono standard, accessibilità, usabilità, riuso, indipendenza dai fornitori, e gli obiettivi comprendono:

  • una sinergia tra enti pubblici al centro della quale saranno il presente ed il futuro della tecnologia Plone, le esperienze di riuso e di utilizzo collettivo già in essere e soprattutto sarà messa a fattore comune la capacità progettuale dei diversi Enti aderenti.
  • la creazione di un ambiente favorevole per lo sviluppo delle imprese di software in Italia ed Europa partendo proprio dal CMS Plone, uno dei più evoluti progetti open source.

Perchè aderire a PloneGov Italia? Per condividere e riusare esperienze e prodotti Plone. Il metodo partecipativo e lo scambio di esperienze e di capacità progettuale sono al centro dell’attività di PloneGov Italia, che si ripromette di organizzare regolari incontri tra i suoi membri attivi, incontri aperti anche a nuovi potenziali membri. Ci si ripropone di avviare e di governare nel tempo una serie di esperienze di riuso, come anche la creazione di applicazioni prototipali, con prospettiva di estensivo riutilizzo, basate sul software Plone.

BeWelcome apri le tue porte al mondo

BeWelcome è una rete per lo scambio di ospitalità. L’idea è molto semplice: ogni membro ha un profilo. Gli utenti possono cercare altri membri nel posto che vogliono visitare, guardare i loro profili ed eventualmente mandar loro un messaggio. La maggior parte dei membri di BeWelcome offre ospitalità ai viaggiatori e/o può mostrar loro la zona o passare una serata insieme. Diventare membri è gratuito. Questo sito open source è gestito da BeVolunteer, un’organizzazione no profit di volontari che ha creato BeWelcome per promuovere amicizia e migliore comprensione reciproca oltre le frontiere. L’età minima per diventare membro è di 18 anni. Apparte questo, non vi sono limiti tutti coloro che amano viaggiare, che vogliono condividere le loro avventure e che hanno voglia di incontrare persone interessanti sono i benvenuti su BeWelcome. Viaggiare e ospitare con BeWelcome è un ottimo modo per incontrare nuovi amici da ogni parte del mondo. Il sito è anche un’importante fonte di informazioni per i viaggiatori e offre molti strumenti utili per pianificare il tuo prossimo viaggio o raccontare la tua ultima avventura.

Scuola247 registro elettronico open source

Scuola247 è un registro elettronico open source per la scuola italiana. E’ nato per dare la possibilità a tutte le scuole di costruire la scuola del futuro e soddisfare tutti i requisiti di legge. Vuole essere la trasposizione elettronica del registro cartaceo in modo da trasferire le competenze dei docenti alle nuove tecnologie. E’ un progetto a sorgente liberamente disponibile e modificabile, distribuita sotto licenza AGPL v3, una variante della GPL v3 che prevede la diffusione del codice sorgente anche nel caso in cui venga fornito un servizio in rete. Il registro elettronico (o registro digitale) è semplicemente la versione digitale del registro scolastico cartaceo. Quando si parla di registro scolastico si intendono sia il registro di classe, sia il giornale del professore (o registro del professore). Con il registro elettronico la suddivisione dei due documenti diviene meno netta in quanto le note riportate su un registro vengono automaticamente trascritte sull’altro. Questo implica un risparmio di tempo e la completa eliminazione degli errori dovuti alla trascrizione. Il registro elettronico rispetto al registro cartaceo facilita l’accesso ai dati e permette una condivisione in tempo reale.

Quarantadue impara o insegna qualcosa

Quarantadue è il posto su cui imparare o insegnare qualcosa, nel quale potrai sempre leggere o scrivere qualcosa di interessante. Se c’è qualcosa di interessante sul web, oggi, qui lo trovi. Gli utenti come te segnalano i contenuti e decidono, con i propri voti, che cosa è da non perdere e che cosa è spazzatura. I link che ricevono l’approvazione della comunità salgono in classifica fino al primo posto, e in questo modo la pagina principale è sempre in movimento e sempre in grado di fornire nuovi e interessanti link. Quarantadue esiste perché Reddit l’ha reso possibile, mettendo a disposizione in open source il software che lo gestisce, e incoraggiando altri siti a utilizzarlo.